Vino, Arte, Accoglienza

“Knowledge sets us free, art sets us free. A great library is freedom.” Ursula K. Le Guin

Leonardo Mustilli nel 1979 imbottiglia la prima Falanghina. #1 falanghina al mondo è Mustilli tipicità, struttura ed eleganza La Falanghina, "un autentico e prezioso gioiello" - Luigi Veronelli vitigni autoctoni nel Sannio #1 Leonardo Mustilli valorizza i vitigni nel Sannio

Il racconto della nascita della Iª Falanghina nel mondo

Una storia millenaria

Una grande tradizione
da cinque secoli
La famiglia Mustilli giunse a Sant’Agata de' Goti all’inizio del ‘500
Da un’idea… Negli anni ’70 Leonardo e Marili Mustilli …alla realizzazione
di un sogno.
La Falanghina Mustilli del 1979
Continua

Dalle origini

I momenti che hanno segnato il nostro cammino

Le prime vigne

1700

Cesare Mustilli pianta il primo vigneto sulla collina Santacroce

a
Nasce l'Azienda

1960

Leonardo Mustilli si dedica a tempo pieno alla viticoltura e alla produzione dei vini nelle cantine storiche di famiglia scavate nel tufo a 16mt. di profondità.

La ricerca

1970

Leonardo Mustilli riscopre i vitigni autoctoni locali, tra cui la Falanghina e ne resta colpito.

a
Nasce la prima Falanghina

1979

viene prodotta la prima Falanghina al mondo

DOC Sant'Agata De' Goti

1993

Viene istituita la denominazione di origine controllata Sant'Agata de' Goti

a
Cambio sede

2002

L'Azienda si trasferisce nella nuova cantina.

La nostra storia

La storia di Leonardo Mustilli è intrecciata a doppio filo con l’evoluzione della viticoltura del Sannio. Papà della Falanghina, insieme a un gruppo di pionieri che nella seconda metà degli anni Settanta scelsero di scommettere su un vitigno all’epoca destinato principalmente alla distilleria, Mustilli seppe ripensare l’azienda di famiglia sul lancio commerciale della Falanghina, puntando su etichette monovitigno che valorizzassero le peculiarità dell’uva autoctona. A Sant’Agata de’ Goti, nel quartier generale di Palazzo Rainone (oggi trasformato in luogo d’ospitalità, con wine bar nelle antiche cantine in tufo), la famiglia di Leonardo era arrivata dalla Costiera Amalfitana, discendente da nobile stirpe. E alla promozione della Falanghina (protagonista del libro edito nel 2004), come del territorio del Sannio, ha dedicato tutta la vita, sostenuto da sua moglie Marilì e dalle figlie Paola e Anna Chiara, che oggi guidano l’azienda. Nel 1992, inoltre, fu il primo a scommettere sul Movimento Turismo in Campania, sostenendo l’iniziativa Cantine Aperte.

15
estensione del vigneto in ettari
49
riconoscimenti
10
tipologie di vini
10028
apprezzamenti